Come fare una keywords research (ricerca delle parole chiave)

La ricerca delle parole chiave o keywords research, è uno fra i procedimenti più importanti nella scelta di una strategia di marketing e nel posizionamento sui motori di ricerca. Non a caso questi ultimi sono stati costruiti e strutturati proprio per lavorare sulle parole ricercate dagli utenti, ma come si scelgono le keywords su cui investire?

 

Perché fare la keywords research?

Come già asserito nell’incipit dell’articolo, la keywords research è fondamentale per l’ottimizzazione SEO, quindi la scelta delle parole deve essere mirata e supportata da dati concreti. Senza questo procedimento il tuo portale incapperà in alcuni problemi seri che ovviamente dovresti evitare fra cui:

  • Impossibilità di posizionarlo fra le prime pagine di Google e simili;
  • Contenuto sbagliato o poco interessante per il tuo pubblico;
  • Il sito web non ti frutterà alcun guadagno poiché senza traffico non hai la possibilità di convertire chi naviga in clienti;
  • Non riuscirai a competere ad armi pari con le attività di altre aziende di settore.

 

Il modo giusto per fare una keywords research

Esistono strumenti molto utili appositamente dedicati alla keywords reasearch che possono essere impiegati facilmente per capire su quali parole chiave puntare. Lo Strumento delle parole chiavi di Google ADS ad esempio è gratuito ed è ottimo per avere un’idea generale in base alla tematica su cui si vuole costruire un nuovo portale.

La cosa fondamentale da tenere sempre a mente quando si effettua una ricerca di parole chiave è infatti la pertinenza con la mission del sito, in modo che le keywords scelte siano poi coerenti con gli argomenti in esso trattati.

Molti pensano che servano necessariamente tool a pagamento, spesso molto dispendiosi, per realizzare un’analisi efficace. In verità, pur essendo assolutamente utili i dati che si possono ricavare dai suddetti strumenti al fine di un’ottimizzazione più mirata, va detto che le keywords principali possono essere individuate facilmente anche senza spendere un euro.

Una volta individuate le parole chiave più importanti, per sviluppare contenuti ad hoc, si esegue un’ulteriore ricerca sulle varianti più significative che, spesso, risultano essere più efficaci della parola secca. Questo perché puntare solo sulla keyword base non è sempre conveniente visto che si dovrebbe combattere con competitor troppo forti, difficili se non impossibili da scalzare dalle prime posizioni.

Anche in questo caso si possono usare strumenti free per individuare le migliori varianti: Google stesso offre diversi suggerimenti specifici legati ad una keyword, ma esiste anche Ubersuggest o altri facilmente reperibili.

 

Ti sembra utile l'articolo? Condividilo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •