Come realizzare una SEO Audit professionale

Per realizzare una SEO Audit professionale è necessario possedere, oltre che ottime conoscenze della materia, anche uno schema logico da seguire in fase di analisi del portale web. Vediamo dunque quali sono, in generale, i punti più importanti di cui tenere conto durante questo processo, onde evitare di perdere qualche dato importante per strada.

I punti focali di una SEO Audit professionale

Contrariamente a quanto si sente dire in giro, la SEO è tutt’altro che morta anzi, essa negli anni è evoluta in termini di complessità e la quantità di dati da analizzare e di cui tener conto è aumentata esponenzialmente.

Per questo motivo eseguire una SEO Audit professionale, al giorno d’oggi, non è per niente facile se non si sa come e dove intervenire. Abbiamo quindi deciso di creare qui di seguito un riassunto dei principali punti logici di cui tener conto durante l’indagine.

  • Marketing Analysis: Questa è la fase preparatoria, qui si analizzano le parole chiave, il ranking del sito e si confronta il tutto con i competitor per avere un’idea generale dello stato attuale del portale web;
  • Analisi Tecnica: Si passa poi ad osservare la struttura del sito verificando la presenza di eventuali errori nella sitemap.xml, nel robot.txt, il crawling, nei link interni e via discorrendo;
  • Ottimizzazione HTML: Bisogna poi controllare la correttezza del codice HTML di ogni singola pagina, soprattutto per quanto riguarda i tag fondamentali per la SEO quali Title, Meta Description ecc;
  • Ottimizzazione dei Contenuti: Un check sui contenuti del sito è fondamentale per una SEO Audit professionale, poiché questi ultimi devono contenere le parole chiave corrette, devono riuscire ad essere esaurienti per l’utente e di facile consultazione;
  • Responsività: Visto che la navigazione tramite dispositivi mobile è divenuta ormai la norma, è importante capire se il sito è responsivo oppure no;
  • Inbound: Verifica dei backlink e di eventuali attività social;
  • Penalità di Google: un occhio di riguardo va tenuto per le eventuali penalità date al sito da Google verificabili attraverso strumenti quali: Google Search Console e Analytics.

Seguendo questo breve schema riassuntivo ed utilizzando gli strumenti giusti, è possibile realizzare una SEO Audit professionale, completa e funzionale allo sviluppo di strategie di intervento. Naturalmente la conoscenza dei dati e un certo grado di esperienza nel settore sono fortemente richiesti per utilizzare al meglio quanto raccolto dall’investigazione.

Speriamo che questo breve vademecum possa essere utile a tutti coloro che lavorano in questo settore e che desiderano uno schema ben organizzato di riferimento per eseguire analisi pulite e chiare.

Ti sembra utile l'articolo? Condividilo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •